AAAAbastatacereIl 4 aprile 2016 è partita la campagna #bastatacere di denuncia della violenza ostetrica. Con il sostegno di Human Rights in Child Birth, organismo mondiale di sostegno dei diritti umani legati alla nascita, questo movimento è partito dagli Stati Uniti per approdare anche in Italia, dove è stato sostenuto da tantissime associazioni. Le testimonianze delle donne sono tante, troppe e la parola che le accomuna è una: violenza.

L’11 marzo alla camera dei deputati è stata depositata la proposta di legge “Norme per la tutela dei diritti della partoriente e del neonato e per la promozione del parto fisiologico” che ha scatenato non poche polemiche, perché introduce il reato di violenza ostetrica in seguito alla recente dichiarazione dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS 2014) su “La Prevenzione ed eliminazione dell’abuso e della mancanza di rispetto durante l’assistenza al parto presso le strutture ospedaliere”.

Riteniamo che il rispetto dei diritti della donna e del bambino al momento del parto, della loro fisiologia, dei loro tempi e della loro dignità sia parte fondamentale della civiltà di un paese, ci auguriamo quindi che questa campagna e tutto ciò che vi ruota attorno possano dare una svolta positiva.

https://www.facebook.com/bastatacere/?fref=ts