“Il fenossietanolo è sospettato di essere tossico per la riproduzione e per lo sviluppo” e dunque “non andrebbe più utilizzato nei prodotti cosmetici destinati ai bambini sotto i tre anni”. L’appello era stato lanciato lo scorso novembre dall’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari (Ansm) francese. A seguito degli allarmi e dei moniti lanciati dagli esperti, Il Salvagente ha lanciato una petizione per l’eliminazione di questa sostanza e l’associazione Assis ha aderito sottoscrivendo l’appello (http://www.change.org/it/petizioni/proteggiamo-i-bambini-dal-fenossietanolo-unilever-artsana-e-procter-gamble-adottate-il-principio-di-precauzione).
Come fa sapere il Salvagente, Conad e Coop si sono mobilitate e impegnate a valutare l’eliminazione della sostanza e l’immissione in commercio di prodotti che ne siano privi. “Adesso chiediamo a Unilever (Fissan) e Procter & Gamble (Pampers) e Artsana (Chicco) di fare lo stesso, adottando il principio di precauzione, e cercare un’alternativa, come hanno fatto Coop e Conad – afferma Il Salvagente – L’Ansm ha chiesto una rivalutazione del rischio su scala europea. E in attesa delle risposte comunitarie, spingerà di sicuro molti genitori a guardare con preoccupazione le etichette di salviettine e creme per i bebè”.