In Primo Piano,Notizie

In Francia petizione contro il vaccino per il papilloma virus

20 Nov , 2014  

L’idea è partita dal professor Henri Joyeux e il numero di firme continua a crescere, sono già centinaia di migliaia.

testimonialsL’IPSN francese, Istituto per la protezione della salute naturale (Institut pour la Protection de la Santé Naturelle.), insieme all’oncologo e chirurgo francese Professor Henri Joyeux, ha lanciato una petizione in Francia contro i vaccini per il papilloma virus, Gardasil e Cervarix.

Ad oggi ha superato il tetto delle 360mila firme, ma i promotori vogliono arrivare a mezzo milione almeno di sottoscrizioni, per poi presentare il documento a François Hollande, Presidente della Repubblica francese.

Possono firmare anche coloro che non vivono Francia, basta aggiungere l’abbreviazione di due lettere per il paese prima del codice postale, ad esempio IT per l’Italia, ecc.), oltre agli altri dati richiesti. Trovate qui la petizione.

Se si raggiungessero numeri importanti, i promotori vorrebbero portare la discussione al Parlamento europeo.

Qui trovate un video messaggio dal Professor Henri Joyeux che è stato tradotto in inglese.

Ecco cosa dice il testo della petizione:

NO alla vaccinazione di massa dei bambini contro il papillomavirus

Petizione

All’attenzione

del Presidente della Repubblica francese,

del ministro degli affari sociali e della salute.

e del ministro dell’educazione nazionale.

 

Signor Presidente, Ministro degli affari sociali e della salute, Ministro dell’educazione nazionale,

 

L’alto Consiglio della Salute Pubblica, in un parere ripreso dalla stampa, 15 settembre 2014, raccomanda:

  • di introdurre nelle scuole la vaccinazione contro il papillomavirus umano (HPV) per cercare di combattere il cancro della cervice e altre infezioni sessualmente trasmesse;
  • di abbassare, se necessario, a 9 anni l’età della vaccinazione per le ragazze come per i ragazzi.

Questa proposta genera un’emozione molto forte dei cittadini e il mondo medico.

Siamo in tanti a temere che le nostre scuole servano come paravento per effettuare sui bambini immunizzazione di massa contro l’HPV, senza una reale riflessione individuale e informazione trasparente sull’efficacia e sulla pericolosità di questo vaccino.

È importante ricordare che l’analisi dei dati di farmacovigilanza hanno segnalato, in relazione a questi vaccini, 26.675 gravi effetti collaterali tra cui 113 casi di sclerosi multipla. Inoltre, si ricorda che l’unico modo dimostrato di prevenire il cancro della cervice è il pap test. Se sono presenti lesioni precancerose, possono essere trattate.

Il vaccino non protegge al 100%, lontano da questo. Tutte le fonti mediche sono d’accordo su questo punto. È molto pericoloso che le persone vaccinate possano immaginare il contrario.

Con questa petizione, pertanto vi chiediamo di fermare il progetto di vaccinazione di massa contro il papillomavirus nelle scuole:

  • finché non venga dimostrata un’efficacia ragionevole del vaccino;
  • fintanto che gli effetti collaterali del vaccino non saranno conosciuti e controllati;
  • fintanto che non venga data la garanzia che queste vaccinazioni di massa non riducono la vigilanza preventiva (pap-test), il solo modo dimostrato per prevenire il cancro della cervice.

Questo consentirà di evitare inutili incidenti e notevole sofferenza per molti bambini. Così aiuterà anche nel mantenere la fiducia dei genitori e la serenità necessaria nelle scuole.

Vogliate accettare, Presidente della Repubblica, Ministro degli affari sociali e della sanità pubblica e Ministro dell’educazione nazionale, i miei più distinti saluti.

 

, , , , ,


Torna su