COMUNICATO STAMPA DEL 21 SETTEMBRE 2020

avevamo espresso motivate preoccupazioni rispetto alla Circolare del
Ministero della Salute che estende la raccomandazione a vaccinare contro l’influenza bambini, donne in gravidanza, personale sanitario e anziani, e rispetto a ordinanze regionali che prevedono addirittura obblighi.
Nel richiedere una moratoria sull’estensione di tale vaccinazione, sollecitavamo un confronto approfondito in sedi scientifiche e istituzionali dedicate, a livello nazionale e regionale, senza
chiusure pregiudiziali.
Purtroppo tale confronto non c’è stato, e risulta che alcune forze stiano persino chiedendo di istituire un obbligo nazionale.
Tuttavia la recente sentenza del TAR della Regione Calabria, nell’annullare l’ordinanza regionale che disponeva obblighi, rimanda a un’eventuale “legislazione generale dello stato,
basata sugli indirizzi condivisi dalla comunità scientifica nazionale…”. Ribadiamo in proposito
che non ci sono “indirizzi condivisi” dalla comunità scientifica nazionale, di cui siamo parte, sull’opportunità di estendere la vaccinazione antinfluenzale a tutti gli anziani e a intere categorie, e men che meno sull’obbligo della stessa.
Rinnoviamo pertanto la richiesta di evitare ulteriori forzature e di accettare un confronto scientifico sul tema, su cui chiediamo di essere ascoltati dal Ministro della Salute e dagli organi competenti.
 
La Rete Sostenibilità e Salute
 

Video no antinfluenzale a bimbi sani – Assis