Fonte:http://www.greenmedinfo.com/blog/milk-linked-fractures-10-better-foods-strong-bones 

bottle-and-glass-of-milkUn nuovo studio svedese ha stabilito collegamenti tra il consumo di latte e più alti tassi di fratture ossee e persino la morte.[i]

Lo studio ha monitorato le abitudini alimentari di oltre 60.000 donne per 20 anni e di oltre 45.000 uomini per 15 anni. I ricercatori hanno trovato che bere più latte non ha portato ad una diminuzione dei rischi di fratture ossee. Infatti, le donne che bevevano tre bicchieri di latte al giorno si son rotte più ossa. Rispetto alle donne che bevevano meno di un bicchiere al giorno, i bevitori di latte pesanti avevano un rischio maggiore maggiore del 60% di rottura un’anca e un rischio maggiore del 16% di rompere un osso qualunque.

Ma c’è di peggio. Chi beveva più latte ha avuto anche un rischio maggiore di morire a causa di qualsiasi causa. Per ogni bicchiere di latte che bevevano ogni giorno, le donne avevano un rischio maggiore del 15% di morte e gli uomini avevano un rischio maggiore del 3%.

Perché il latte porta a più ossa rotte e più alti tassi di mortalità?

I ricercatori hanno trovato che i bevitori di latte avevano più biomarcatori per lo stress ossidativo e l’infiammazione. Hanno suggerito che livelli elevati dei due zuccheri del latte, lattosio e galattosio, ne fossero la causa. Infatti, essi hanno rilevato che basse dosi di D-galattosio sono spesso utilizzate in studi su animali per indurre i segni dell’invecchiamento. Studi legano il D-galattosio ad una ridotta durata della vita, a stress ossidativo, infiammazione cronica, neurodegenerazione, diminuita risposta immunitaria e modifiche nella trascrizione del gene. La dose utilizzata per ottenere quei risultati negli animali è equivalente a quella di un uomo che beva uno o due bicchieri di latte al giorno.

Il latte può essere ricco di calcio, ma troppo calcio può rompere le ossa.

Se il latte non contribuisce nella costruzione di ossa forti, che cosa lo fa? 

Ecco 10 alimenti che è stato dimostrato siano una scelta migliore per ridurre il rischio di frattura e mantenere le ossa forti.

1. yogurt.

Lo studio svedese ha trovato che il latte fermentato aveva l’effetto opposto sulle ossa di bere latte normale. Per ogni porzione di latte fermentato nelle donne si son verificate riduzione della frattura dell’anca e dei tassi di mortalità dal 10 al 15%. Sono esempi di latticini fermentati lo yogurt, il kefir e la panna acida. Il latte fermentato è anche associato ad una diminuzione dell’infiammazione e dello stress ossidativo.

2. formaggio.

Come per i latticini fermentati i ricercatori svedesi hanno trovano anche che mangiare formaggio diminuisce fratture e tassi di mortalità. I formaggi sono anche ricchi di vitamina K2 che è essenziale per ossa forti. Le scelte migliori con i livelli elevati di vitamina K2 sono Gouda, Edam e Brie. Altri formaggi buoni per le ossa includono Cheddar, Colby, svizzero e groviera. Restate fedeli ai formaggi tradizionalmente e state lontani da Velveeta, formaggio di soia e altri moderni trasformati “prodotti di formaggio.”

3. Natto

Un prodotto di soia fermentato tradizionalmente popolare in Asia, il natto è un altro alimento ad alto contenuto di vitamina K2. In uno studio su 72 donne in premenopausa, i ricercatori hanno trovato che coloro che mangiavano più natto aveva migliore formazione ossea.[ii] e uno studio dell’Università di Tokyo ha concluso che il consumo di natto possa contribuire al relativamente basso rischio di frattura nelle donne giapponesi.[iii]

4. tè verde.

Lo studio sull’osteoporosi del Mediterraneo ha mostrato che bere fino a 3 tazze di tè al giorno è stato associato con una riduzione del 30% del rischio di fratture dell’anca in donne come in uomini di età superiore ai 50 anni.

E i ricercatori della Texas Tech University hanno mostrato che 500 mg di polifenoli del tè verde migliorano la salute delle ossa dopo tre mesi e la forza muscolare in sei mesi. Questo è tutto quello che si ottiene con 4-6 tazze di tè verde. I composti del tè verde sostengono l’attività degli osteoblasti (costruzione dell’osso) e sopprimono l’attività osteoclasti (distruzione dell’osso).[iv]

5. le prugne secche.

Alla Florida State University hanno testato la densità ossea di 100 donne in menopausa per oltre 12 mesi. Alla metà è stato detto di mangiare circa 10 prugne secche al giorno. All’altra metà di mangiare mele secche. I ricercatori hanno trovato che i mangiatori di prugne avevano significativamente più alta densità minerale ossea nella spina dorsale e nell’avambraccio. Altri studi mostrano che le prugne secche rallentano la perdita ossea.

6. melograni

I Melograni sono noti per alleviare i sintomi della menopausa, tra cui la perdita ossea. In uno studio del 2004 sul journal of Ethnopharmacology, i ratti a cui venivano rimosse le ovaie si è visto soffrissero di perdita ossea accelerata, un sintomo tipico della menopausa. Ma quando erano alimentati con un estratto di succo di melograno e semi per appena 2 settimane, la loro perdita minerale ossea tornò al quantitativo normale.[v]

7. arance.

L’osteoporosi è stata chiamata “scorbuto delle ossa” perché la mancanza di vitamina C è stata associata alla fragilità ossea. In studi animali l’alimentazione di ratti con polpa di arancia ne ha significativamente migliorato la resistenza ossea. Altri studi mostrano che la densità minerale ossea è maggiore nelle donne che integrano con vitamina C. [vi] Mangiate frutta e verdura ad alto contenuto di vitamina C per la salute delle ossa. Scegliete arance, fragole, papaia, cavolini di Bruxelles, peperoni, melone, ananas, frutta di kiwi e cavolfiore.

8. Nigella Sativa

In studi animali i ricercatori hanno mostrati che nigella sativa può invertire l’osteoporosi.

9. cumino

Uno studio animale del 2008 ha mostrato che i semi di cumino inibiscono la perdita di densità e la forza ossea tanto efficacemente quanto gli estrogeni.[vii]

10. cioccolato

La densità ossea è legata all’assunzione di magnesio. [viii] ma i livelli di magnesio nell’osso diminuiscono con l’età. [ix] il tuo corpo ha bisogno di magnesio per convertire vitamina D nella sua forma attiva ed assorbire calcio. Solo circa il 20% degli americani ottenere la dose giornaliera raccomandata di 420 mg di magnesio per gli uomini e 320 mg per le donne.

Il cioccolato fondente ha 176 mg di salutare magnesio in una barretta di 100 grammi. Cercate di cioccolato biologico, da commercio equo e scuro con possibilmente almeno il 70% di contenuto in cacao. Più alto è il contenuto di cacao, più basso il contenuto di zucchero.

[i] Michaëlsson K, Wolk A, Langenskiöld S, Basu S, Warensjö Lemming E, Melhus H, Byberg L. “Milk intake and risk of mortality and fractures in women and men: cohort studies.” BMJ. 2014 Oct 28;349:g6015. doi: 10.1136/bmj.g6015.

[ii] Hironobu Katsuyama, Seiji Ideguchi, Masao Fukunaga, Tatsushige Fukunaga, Kiyofumi Saijoh, Shigeo Sunami. Promotion of bone formation by fermented soybean (Natto) intake in premenopausal women. J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo). 2004 Apr;50(2):114-20. PMID: 15242015

[iii] M Kaneki, S J Hodges, S J Hedges, T Hosoi, S Fujiwara, A Lyons, S J Crean, N Ishida, M Nakagawa, M Takechi, Y Sano, Y Mizuno, S Hoshino, M Miyao, S Inoue, K Horiki, M Shiraki, Y Ouchi, H Orimo. Japanese fermented soybean food as the major determinant of the large geographic difference in circulating levels of vitamin K2: possible implications for hip-fracture risk.Nutrition. 2001 Apr;17(4):315-21. PMID: 11369171

[iv] Schen CL, “Effect of green tea and Tai Chi on bone health in postmenopausal osteopenic women: a 6-month randomized placebo-controlled trial.” Osteoporos Int. 2012 May;23(5):1541-52.

[v] Junko Mori-Okamoto, Yoko Otawara-Hamamoto, Hideyuki Yamato, Hiroyuki Yoshimura. Pomegranate extract improves a depressive state and bone properties in menopausal syndrome model ovariectomized mice. J Ethnopharmacol. 2004 May;92(1):93-101. PMID: 15099854

[vi] Morton D “Vitamin C supplement use and bone mineral density in postmenopausal women” J Bone and Min Res 2001;16(1), 135-140

[vii] Sarika S Shirke, Sanket R Jadhav, Aarti G Jagtap. Methanolic extract of Cuminum cyminum inhibits ovariectomy-induced bone loss in rats. Exp Biol Med (Maywood). 2008 Sep 29. PMID: 18824723

[viii] Ryder KM et al, Magnesium intake from food and supplements is associated with bone mineral density in healthy older white subjects.  J Am Geriatr Soc. 2005 Nov;53(11):1875-80. Pubmed 16274367

[ix] Jahnen-Dechent W., Ketteler M. “Magnesium basics.” Clin. Kidney J. 2012;5:i3–i14. doi: 10.1093/ndtplus/sfr163. [Cross Ref]