Approfondimenti,In Primo Piano

L’IMMUNITA’ DI GREGGE

1 Lug , 2017  

L’introduzione dell’obbligo vaccinale è motivata dalla diminuzione delle coperture vaccinali, facendo riferimento alla soglia del 95% per tutti i vaccini come valore per ottenere  l’immunità di gregge.

In realtà, se è ovvio che tanto maggiore è il numero di persone immunizzate, tanto minore è il numero delle persone suscettibili alla malattia e di conseguenza la probabilità che il batterio od il virus si diffonda nella popolazione, la determinazione della soglia per ottenere l’”effetto gregge” è complessa. Tale “effetto” dipende dalla copertura, dall’efficacia del vaccino, dall’incidenza reale della malattia, dall’omogeneità di distribuzione dei vaccinati, dalla patogenicità e virulenza del microrganismo, dai serbatoi naturali, dai movimenti della popolazione in un certo territorio. Questi parametri non sono facili da determinare e possono variare geograficamente, oltre che cronologicamente. Ridurre tutto ad un unico valore per malattie così differenti non è quanto riportato nella letteratura scientifica.

Ad esempio in Infectious diseases of humans: dynamics and control Roy M.  Anderson and Robert M.  May.  Oxford: Oxford University Press, 1991, si legge:

Figura 1

Il volume di P. E. Fine, Herd immunity: history, theory, practice, Epidemiol. Rev., 15 (1993), pp. 265-302 riporta questi valori:

Figura 2

che differiscono di poco da quelli riportati da Stanley Plotkin, Walter Orenstein, Paul Offit in Vaccines, Saunders 2012.

Figura 3

I valori di “coperture vaccinali critiche” sono stati forniti anche dall’Istituto Superiore di Sanità nella seguente tabella:

Figura 4

E, per finire, nel bollettino della sempre citata OMS (Figura 5), leggiamo che la soglia necessaria per interrompere la trasmissione di una malattia infettiva dipende dal Numero di riproduzione di base, cioè il numero di casi secondari generati da un tipico soggetto infettato e infettante quando il resto della popolazione è suscettibile e cita come fonte bibliografica (34) proprio il libro di Andreson e May, i cui valori ho riportato nella Figura 1.

 Se vogliamo attenerci alle evidenze scientifiche, occorre fornire le prove che la soglia del 95% di copertura per ottenere l’immunità di gregge corrisponda a tutte le malattie infettive.

Figura 5

 

, , ,


Torna su