Editoriali

LA LINGUA BLU E NOI

15 Lug , 2014  

L’articolo apparso su Agen Parl, il 14 Luglio 2014, a firma di Floriana Cutini, sulla indagine in corso wild-parenting1relativa alla corruzione di alti dirigenti del Ministero della Salute per “traffico di virus” rientra nell’ampio bacino degli stimoli che le cronache quotidiane ci offrono come riflessione sullo status quo della nostra società, in Italia, come a livello internazionale. Per spiegarmi meglio, propongo di trasferirci in un luogo di pace assoluta, al mare, in montagna, nel deserto… ciascuno seguendo la propria fantasia. Un luogo in cui ci immaginiamo di vivere secondo una serenità naturale, non utopica, ma a misura dei sentimenti e degli affetti, che hanno caratterizzato e che caratterizzano la nostra quotidianità, in cui le fotografie, vecchie e recenti, ci parlano, in una sorta di presente continuo. Bene! Entriamo adesso nel cuore dell’articolo e leggiamo la descrizione di comportamenti alterati, che avrebbero portato alti funzionari del Ministero della Salute a delinquere, per arricchirsi ed acquistare potere e accreditamento negli ambienti dell’Industria Farmaceutica internazionale. Il prezzo: la decimazione del patrimonio zootecnico ovino di alcune regioni, in particolare della Sardegna. Questa volta freniamo l’istinto che ci porterebbe a concludere con il solito commento sulle Istituzioni “necessariamente” corrotte, in quanto tali, cioè “Istituzioni”, in particolare Italiane ed entriamo nei percorsi della cronaca, per cercare di capire le ragioni che hanno portato questi funzionari a delinquere. E più leggiamo le carte e più comprendiamo, e più leggiamo le carte e più comprendiamo….. Infatti, il meccanismo che sta alla base è elementare e lo conosciamo tutti: faccio una cosa per ottenerne un’altra, quest’ultima essendo la vera ragione del mio fare. Anche noi lavoriamo tutti i santi giorni per acquistare denaro, con cui paghiamo l’affitto, ci compriamo la macchina, andiamo in vacanza e prima di tutto mangiamo e ci curiamo. Quindi, a ben guardare, le ragioni che ci muovono sono le stesse: fai una cosa per ottenerne un’altra e la concretezza ed il successo vengono principalmente misurati in termini di “cose”, che si possono acquistare o perdere e il cui valore ha un peso ed una estensione. La differenza tra noi e loro sta nelle regole che la società si è data e questi funzionari hanno mentito e infranto. Sbadati, volgari, poco accorti, violenti, egoisti, ingenui….Ma, un attimo ! Se il principio che ci guida tutti è lo stesso, è facile comprendere che la legge è solo una “semplice convenzione”! E siccome i nostri sentimenti e le nostre fantasie sono tutt’altro che semplici, cominciamo a capire quanto la legge….sia in pericolo !
“Questo è un tipico ragionamento per assurdo!” mi ripete una vocina….ed un’altra “Andiamo! Non puoi fare di tutte le erbe un fascio” ed un’altra ancora “Hai visto cosa succede a leggere sempre quei libri di medicina ! Finisce che prima o poi ti ammali!…” ed ancora “Sembra un ragionamento logico….ma ho la sensazione che ci sia qualcosa di sbagliato”. Certamente, a guardarla bene, la vicenda della “lingua blu” degli ovini, come la maggior parte delle cronache quotidiane, sollevano in ciascuno di noi la sensazione che la quotidianità contenga un errore nelle sue fondamenta, un errore profondo, che tutti i giorni appare, diversamente, improvvisamente, che richiede misure acute ed eccezionali, accompagnate dalla sirena dei Carabinieri e della Polizia….. comunque per arginare dettagli di un enorme calderone, cher continua a bollire fuori di noi e dentro di noi….. In altre parole: Pinocchio non mente !
Alt ! Non ci scordiamo di trovaci nel nostro meraviglioso eremo !
Chiudiamo il libro di Pinocchio, che stavamo sfogliando e ne apriamo uno, fresco di stampa. Una ottantina di pagine e qualche foto: REIMAGINATION. Il titolo mi piace e come mi succede in questi casi, dopo la prima occhiata all’indice vado alle ultime pagine, dove leggo:
“Fare bene una cosa, il lavoro, per ottenerne un’altra, il denaro, è segno della AMBIVALENZA che caratterizza il nostro comune intendere ed il fiorino d’oro, 1252, con i suoi 3,54 grammi a 24 carati, ne è il simbolo universale, che nasce a Firenze e arriva a Wall Street 2009! Sembra dunque un tratto caratteristico della nostra specie, che noi oggi abbiamo la opportunità di “mutare” se all’altra cosa, quella davvero ambita, il denaro, diamo il nome di “Noi-Salute”! Infatti, mentre “Salute” è una parola ambigua, in quanto può essere attribuita a “N” contesti: salute finanziaria, salute dell’ambiente, salute della casa, “NOI-SALUTE” è un processo, definito, inequivocabile, che comprende la nostra individualità e l’ambiente in cui viviamo, nella sua accezione più vasta e comprensiva. Capire che la nostra vita è unica, irripetibile, e fragile…. è questa percezione esistenziale della nostra sola e unica vita che ci consente di empatizzare con la medesima esperienza degli altri, di manifestare a loro la nostra solidarietà, e di condividere il progetto per una condizione superiore e nuova di salute e di benessere.”
Mi sembra di aver capito: invece del DENARO al centro potrebbe starci NOI-SALUTE. Una rivoluzione del nostro Sistema Internazionale di Misura….per cui le nuove quotazioni delle Borse Internazionali invece di azioni, bond e futures elencheranno staminali per prestazioni, tempi di guarigione per le diverse patologie, nuovi record atletici per età, valore biologico di nuovi alimenti, collaborazioni interspecie…ad esempio: Wild Parenting, come mostra questa bellissima immagine!

Dr Franco Verzella

, , ,


Torna su