Editoriali,Rubriche

Ma che caldo!… Vaneggia-Menti fra scienza e coscienza

5 Lug , 2015  

4Seduta al sole si presenta alla mia mente un bellissimo elefantino.
E’ nato in una clinica privata per elefantini.

Ora è felice sulle sue zampettine barcollanti, nella sua casa pulita pulita, succhiando una super miscela doc per elefantini (ultima generazione: latte di origine umana). Ha già fatto la sua prima visita specialistica: è ancora un po’ piccino, per questo prende 3000 cc di vitamin-mix-3-plus (con tutte le vitamine esistenti sulla terra, dalla A alla Z, tripla dose fisiologica: per questo la formula si chiama 3-plus).
La mamma lo ha nutrito con il suo colostro (un po’ di riserva è ancora nel freezer),  importantissimo, si sa… ma ora è stanca.

La gravidanza era faticosa, doveva riposarsi troppo spesso (guai per una libera professionista!). Ma per fortuna ha un’assicurazione privata con tanti vantaggi, tra l’altro sconti al supermercato per l’estratto di carota, liofilizzato di bambù,  caramelle arricchite con le famose “vitamine-elf”  (“elf” sta per elefant)…e due visite pre-preventive-extra all’anno.

Tra poco farà le punturine per stimolare in maniera mirata il sistema immunitario (vive in una casa troppo pulita, come fa immunizzarsi altrimenti!), usa  giochi didattici di plastica collaudati (quelli senza spigoli, per non farsi male) , belli colorati (allegria!)… e pensate, sa usare già l’ iPad della mamma.

Tutte le mattine inizia con il  super biberon di crescita, ricco di minerali doc (documentati statisticamente)…e per sicurezza anche tutte le sere. Sta più buonino se la sua Tata (specialista, diplomata) gli mette il solito filmino-cartone–per elefantini, mentre ingurgita il dolce liquido bianco. Solo cartoni istruttivi però, contenuti controllati e proposti dagli esperti della elf-comunicazione.
La sua mamma c’è tutte le sere…al mattino esce prestissimo (deve fare tanta strada poverina), ma per fortuna ha trovato la Tata-doc, le costa quasi metà stipendio, ma quanto non ci si sacrifica per i propri figlioli!
Durante il giorno va lavorare in televisione. Non che lei sia chissà chi!…è una free-lance, aspetta con dedizione il suo grande momento di gloria!
Quando il piccolo ha la tosse (le veniva fin da piccolissimo, forse l’aria condizionata in sala parto!, comunque soffre la corrente, poverino!) preferisce somministrargli una copertura preventiva … altrimenti da malattia virale diventerebbe batterica….e sono poi guai davvero!
”Mi raccomando che non esca di casa” ha detto la gentile assistente del dottore.
Meglio guardare la mamma in tv (fa la velina in 5° fila ultimamente…) la tv prepara alla vita vera, insegna, fa ridere da matti!…
Quando il moccolo sarà sparito del tutto può anche fare un giretto in cortile o sul prato del condominio, per respirare un po’ di aria vera… ma guai a piedi nudi, meglio un paio di scarpette su misura… se dovesse starnutire però!…rientrate subito a casa, probabile che sia un tipo allergico!
Anche le primavere non sono più come una volta!
Ultimamente ha avuto anche la cagarella (ci mancava solo questa)…. Forse era colpa della cura preventiva-anti-batterica.

Mi raccomando, son’ germi terribili quelli della cagarella…. la prossima volta lo vacciniamo all’inizio della brutta stagione!…così non gli viene più.
Poi ha anche una strana febbricola, inizia sempre verso le 17!
Così il dottore di fiducia consiglia di andare nella clinica di fiducia… quanti esami!…  e quanti asterischi!…. almeno fossero stelle dei Re Magi.
Nulla da nascondere; probabilmente ha un morbo auto-immune…. Come la sua mamma (anche lei soffre occasionalmente di asma, poi ha pure un pre-diabete genetico, ma certamente è sotto controllo (ultimamente i geni sono proprio pazzi!).
Ma della bis-nonna materna si racconta sia morta naturalmente a 110 anni, pace alla sua grande anima elefantesca. I suoi ultimi 20 anni aveva guidato un felice branco di 33 elefanti…. Nessuno fiutava l’acqua e i pericoli (i soliti cacciatori) come lei, era una gran femmina quella nonna, un po’ strana forse, selvaggia,… poi lei era nata
dritta, a piedi nudi, direttamente in natura e la  sua  mamma (quindi la trisnonna del nostro elefantino) era la più bella e la più forte di tutta l’Africa.

Alla bis-nonna in un brutto giorno (le stelle non erano in accordo) dei ricercatori stranieri rubarono la sua seconda figliola (la nonna del nostro elefantino) e per la disperazione non ha toccato cibo per quasi un mese. Poi,… si sa, la vita chiede il cuore e ha bisogno che tutti collaborino,… si fece coraggio e divenne saggia.

La nonna del nostro elefantino era quindi fra le prime elefantesse moderne che vivevano quasi come gli umani.
Lei ebbe solo una figlia, andò a lavorare… solo nei suoi ultimi giorni andò un po’ giù di testa: cantava in una strana lingua, arcaica,… forse ante-africana.
Quindi il nostro elefantino è proprio sfortunato, così piccolo …e già segnato da un morbo auto-immune… povero.
Meglio seguirlo a maglia stretta: controlli, vitamine, vaccini contro la febbricola e la corrente e la diarrea-elf-ceppo11h2… e quando da grande  avrà una sua compagna sarà per fortuna tutto guidato, verificato, collaudato: da poco hanno fondato un’agenzia internazionale che fa  studi statistici e controlli incrociati per  vedere la compatibilità dei geni!…. così in un domani non avremo più questi brutti morbi dei geni impazziti, oppure solo qualcuno, quelli saranno poi davvero infelici…in un mondo di elefanti senza malattie.

Grazie al progresso anche i brutti i virus faranno finalmente parte della sola memoria! Li avremo eliminati tutti….  Anche quelli nel mare!
Pensate: il mare, la mamma della vita è pienooooo di virus…. Guai tuffarsi senza pre-prevenzione. Che schifo!  Ma chi ha inventato (creato!) una cosa del genere. La culla della  vita, il liquido amniotico dell’evoluzione è stra-pieno di virus, quasi tutti senza nome (la più grande biomassa marina): un bicchierone  contiene più virus che esseri umani sulla terra.
Orrore puro, micro-alieni, bio-mostri, spazziamoli via… passatemi un anti-virale-anti-vita-pre-pre-preventivo.
Fa proprio caldo oggi!

Ci sono cose che sono così serie che puoi solo farci una battuta sopra
– Werner Heisenberg

“Se si riuscisse a dare a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico avremmo trovato la strada per la salute”
– Ippocrate

“Il medico è come il tetto che garantisce dalla pioggia, ma non dal fulmine”
Saggezza cinese

“Lo scienziato non è una persona che dà le risposte giuste, è una persona che pone le domande giuste”
– Claude Levi Strauss

credo fermamente nella condivisione delle conoscenze… guidate dal cuore e dal buon senso

, ,


Torna su