Notizie

Non definite cancro le lesioni a basso rischio

28 Giu , 2014  

L’abuso della definizione di “cancro” ha portato a milioni di trattamenti inutili e rischiosi: la conferma del National Cancer Institute, secondo cui, per esempio, non dovrebbero più essere chiamate “cancro” le lesioni a basso rischio del carcinoma duttale in situ e la neoplasia intraepiteliale prostatica di alto grado.

Negli ultimi 30 anni l’enorme diffusione degli screening aveva come obiettivo quella della diagnosi precoce e del trattamento precoce del cancro. Ma ora, stando all’ultimo studio pubblicato su Jama dal National Cancer Institute, occorre prendere atto che alcune di quelle lesioni finora definite “cancro”, e quindi finite nell’enorme calderone di un termine che evoca sofferenza e morte, non sono dannose né pericolose, quindi non andrebbero trattate o andrebbero affrontate in maniera diversa dall’attuale.

ECCO L’ARTICOLO COMPARSO SU JAMA

http://jama.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=1722196

L’ARTICOLO CHE APPROFONDISCE L’ARGOMENTO SU GREENMEDINFO

http://www.greenmedinfo.com/blog/millions-wrongly-treated-cancer-national-cancer-institute-panel-confirms


Torna su