Perché somministrare ai bambini 6 vaccini in un’unica formulazione quando le vaccinazioni obbligatorie in Italia sono solo 4? E’ una domanda ancora senza risposta. Il Codacons aveva presentato un esposto in proposito, il sostituto procuratore cui l’esposto era arrivato sul tavolo ne aveva chiesto l’archiviazione e invece il Gip, il Giudice per le Indagini Preliminari, ha cambiato marcia, ha ordinato a quel pm di vederci chiaro perché, evidentemente, così la faccenda non convince.giustizia-toghe-380x225
E’ stato così che il Gip del Tribunale di Torino Gianni Macchioni ha ordinato alla Procura di proseguire le indagini sul vaccino esavalente somministrato ai bambini, accogliendo l’istanza del Codacons. Il pm, che aveva chiesto l’archiviazione dell’istanza, avra’ ora 6 mesi di tempo per provvedere a chiarire e auspichiamo che lo faccia.
La pratica di somministrare vaccini pediatrici esavalenti, secondo il Codacons, ”puo’ comportare danni da sovraccarico e choc del sistema immunitario nei bambini, mentre sul fronte economico la procedura comporta un evidente spreco di soldi pubblici a carico del Ssn pari a 114 milioni di euro all’anno”.