In Primo Piano,Notizie

Obbligo vaccinale: AsSIS promuove un reclamo al Garante per la Privacy

17 Nov , 2017  

Contattaci per sottoscrivere il reclamo se pensi che sia stato leso il diritto alla riservatezza nel trattamento di dati sanitari di tuo figlio

Gli avvocati del Team Legale AsSIS, a seguito delle continue ed evidenti violazioni della normativa privacy nell’applicazione della L.119/2017 che introduce l’obbligo di dieci vaccinazioni, violazioni sottolineate anche dalla diffida presentata nell’ottobre scorso dal Cliva Toscana (e recentemente accolta dalla Autorità Garante, con la Nota del 20.10.2017), hanno ritenuto utile predisporre un reclamo al Garante per la privacy per tutti quei genitori e famiglie che lamentano tali violazioni e credono necessario chiedere il rispetto dei propri diritti.

In particolare in Toscana, a seguito dell’ Accordo regionale tra ANCI Toscana, Ufficio Scolastico Regionale e le tre Aziende Sanitarie toscane che prevedeva l’attivazione di una procedura semplificata per la presentazione della documentazione richiesta per l’accesso ai servizi educativi per la prima infanzia, il Garante per la protezione dei dati personali, con provvedimento n.365 del 1° Settembre 2017, ha autorizzato solo la trasmissione degli elenchi degli iscritti dalle scuole alle Asl (i punti 1 e 2 dell’accordo), mentre non ha autorizzato il flusso inverso di comunicazione tra ASL e scuole (punto 3 dell’accordo) relativo ai nominativi degli iscritti non in regola con gli obblighi vaccinali, con la motivazione che si tratta di dati sensibili. Ciò nonostante, la ASL Toscana Centro, la ASL Toscana Nord Ovest e la Sud Est hanno ugualmente trasmesso tali nominativi, e la maggior parte delle scuole del territorio toscano, anche se con tempistiche diverse, hanno conseguentemente fatto uso delle suddette liste trattando i relativi dati in palese violazione della normativa di cui al D Lgs 196/2003. Ne è conseguito che le scuole hanno contattato esclusivamente i genitori dei bambini i cui nominativi risultavano inseriti in dette liste, in alcuni casi anche tramite personale docente e/o ATA, e/o addirittura tramite rappresentanti dei genitori, soggetti tutti non espressamente autorizzati, omettendo ogni cautela con conseguente diffusione e illecito trattamento di dati sensibili.

Il reclamo ha come obiettivo l’evidenziare tali comportamenti illeciti alle autorità preposte al controllo (Autorità Garante della privacy) e la richiesta di provvedimenti volti a fermarli, per il ripristino di un corretto ed equilibrato rapporto tra cittadini e istituzioni.

Il diritto alla riservatezza è un diritto di primaria importanza, soprattutto in contesti tecnologicamente evoluti come il nostro in cui la diffusione e la trasmissione dei dati personali e sensibili può essere oggetto di interessi commerciali o di pratiche lesive della dignità della persona. La sua opportuna salvaguardia è sancita sia nella legge nazionale che in quella europea e in numerose convenzioni internazionali.
Si fà presente che il reclamo è rivolto ai residenti e/o a chi ha figli che frequentano una scuola nel territorio Toscano.

Il Team Legale di AsSIS invita tutti gli iscritti all’Associazione a mobilitarsi nel sostenere e diffondere questa iniziativa e fa appello non solo alle realtà associative presenti sul territorio toscano impegnate contro l’obbligo vaccinale ma a tutti i cittadini che intendano tutelare un diritto democratico che non può e non deve essere calpestato.

ISTRUZIONI PER LA SOTTOSCRIZIONE: compila il form e richiedi il contatto di un referente locale per firmare il reclamo.

 

, , ,


Torna su