Notizie

Trasmissione di virus da soggetti vaccinati a soggetti non vaccinati

7 Ago , 2017  

Molti genitori si interrogano sui rischi che un bambino appena vaccinato con MPRV trasmetta la malattia agli altri. La risposta è in questa lettera che raccoglie gli articoli della letteratura scientifica che documentano la trasmissione orizzontale di parotite, rosolia, varicella e rotavirus. E’ un’evenienza rara, ma che non può essere ignorata, soprattutto per quei soggetti immunodepressi, la cui giusta tutela ha portato alla legge che ha reso obbligatorie 10 vaccinazioni in Italia. Ci auguriamo l’adozione di provvedimenti atti ad evitare il rischio di malattie in tali soggetti da parte dei bambini vaccinati.

Prasad S. Kulkarni,* Suresh S. Jadhav, and Rajeev M. Dhere
Hum Vaccin Immunother. 2013 Jan 1; 9(1): 197
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3667938/

Stimato editore,

la trasmissione orizzontale è stata registrata raramente per vaccini con virus vivi attenuati. Differenti vaccini per la parotite hanno mostrato raramente tale trasmissione. [1-5]

Uno studio statunitense ha riportato evidenze della trasmissione del virus vaccinale della rosolia dai vaccinati a due contatti suscettibili. [6]

Con i vaccini vivi per la varicella, ci sono almeno tre report. Il fratello di una bambina vaccinata di 3 anni ha sviluppato febbre e rash: in seguito è stata confermata la trasmissione orizzontale del virus vaccinale. [7]  Una donna incinta ha contratto il virus vaccinale dopo che al figlio di 12 mesi è stato somministrato il vaccino. [8] La trasmissione orizzontale è stata documentata nel caso di 15 fratelli (17%) sani e suscettibili dopo la vaccinazione per la varicella di 156 bambini affetti da leucemia. [9] Il foglietto illustrativo del vaccino per la varicella (Varivax, Merck) riporta che “l’esperienza post-marketing suggerisce che la trasmissione del virus vaccinale può accadere raramente tra soggetti vaccinati in salute, i quali sviluppano un rash simile alla varicella, e loro contatti sani suscettibili. È stata osservata anche la trasmissione del virus vaccinale da parte di soggetti vaccinati che non sviluppano rash simil varicella”. [10]

Ci sono due report per i vaccini contro il rotavirus. Uno studio randomizzato in doppio cieco sul vaccino per il rotavirus (Rotarix, Glaxo) effettuato su 100 coppie di gemelli sani, ha evidenziato che il tasso di trasmissione all’interno del gruppo dei riceventi placebo era del 18.8%. [11] In un altro caso, la trasmissione del vaccino per il rotavirus (Rotateq, Merck) è stata documentata da un neonato vaccinato ad un fratello più grande non vaccinato, il quale ha sviluppato una gastroenterite sintomatica da rotavirus. [12]

Uno studio sul vaccino vivo attenuato per l’influenza (FluMist, MedImmune), in un centro di cure finlandese, ha mostrato che un bambino del gruppo placebo aveva avuto il virus del vaccino rilevabile transitoriamente, indicando la trasmissione da un bambino vaccinato; tale bambino è rimasto asintomatico. [13]

Nonostante questi report, i vaccini vivi vengono utilizzati in milioni di dosi in tutto il mondo. Chiaramente, il beneficio della vaccinazione supera il rischio molto basso di trasmissione dei virus vaccinali.

 

Bibliografia:

  1. Atrasheuskaya A, Kulak M, Fisenko EG, Karpov I, Ignatyev G, Atrasheuskaya A. Horizontal transmission of the Leningrad-Zagreb mumps vaccine strain: a report of six symptomatic cases of parotitis and one case of meningitis. Vaccine. 2012;30:5324–6.
  2. Sawada H, Yano S, Oka Y, Togashi T. Transmission of Urabe mumps vaccine between siblings. Lancet. 1993;342:371.
  3. Atrasheuskaya AV, Neverov AA, Rubin S, Ignatyev GM. Horizontal transmission of the Leningrad-3 live attenuated mumps vaccine virus. Vaccine. 2006;24:1530–6.
  4. Kaic B, Gjenero-Margan I, Aleraj B, Ljubin-Sternak S, Vilibic-Cavlek T, Kilvain S, et al. Transmission of the L-Zagreb mumps vaccine virus, Croatia, 2005-2008. Euro Surveill. 2008;13:496.
  5. Tesović G, Poljak M, Lunar MM, Kocjan BJ, Seme K, Vukić BT, et al. Horizontal transmission of the Leningrad-Zagreb mumps vaccine strain: a report of three cases. Vaccine. 2008;26:1922–5.
  6. Wilkins J, Leedom JM, Salvatore MA, Portnoy B. Transmission of rubella vaccine virus from vaccinees to contacts. Calif Med. 1971;115:16–22.
  7. Otsuka T, Gomi Y, Inoue N, Uchiyama M. Transmission of varicella vaccine virus, Japan. Emerg Infect Dis. 2009;15:1702–3.
  8. Salzman MB, Sharrar RG, Steinberg S, LaRussa P. Transmission of varicella-vaccine virus from a healthy 12-month-old child to his pregnant mother. J Pediatr. 1997;131:151–4.
  9. Tsolia M, Gershon AA, Steinberg SP, Gelb L, National Institute of Allergy and Infectious Diseases Varicella Vaccine Collaborative Study Group Live attenuated varicella vaccine: evidence that the virus is attenuated and the importance of skin lesions in transmission of varicella-zoster virus. J Pediatr. 1990;116:184–9.
  10. Varivax, Merck, pack insert. http://www.merck.com/product/usa/pi_circulars/v/varivax/varivax_pi.pdfAccessed on 03 September 2012.
  11. Rivera L, Peña LM, Stainier I, Gillard P, Cheuvart B, Smolenov I, et al. Horizontal transmission of a human rotavirus vaccine strain–a randomized, placebo-controlled study in twins. Vaccine. 2011;29:9508–13.
  12. Payne DC, Edwards KM, Bowen MD, Keckley E, Peters J, Esona MD, et al. Sibling transmission of vaccine-derived rotavirus (RotaTeq) associated with rotavirus

gastroenteritis. Pediatrics. 2010;125:e438–41.

  1. Vesikari T, Karvonen A, Korhonen T, Edelman K, Vainionpää R, Salmi A, et al. CAIV-T Transmission Study Group A randomized, double-blind study of the safety, transmissibility and phenotypic and genotypic stability of cold-adapted influenza virus vaccine. Pediatr Infect Dis J. 2006;25:590–5.

,


Torna su