Il nuovo piano vaccinale è stato approvato dalla Conferenza delle regioni, ma non ancora dalla conferenza Stato-Regioni. Contiene la postilla: “Il divieto di iscrizione a scuola per i bambini non vaccinati dovrà essere eventualmente regolato da una normativa aggiornata”. Significa che si prevede anche la possibilità di rendere obbligatorie le vaccinazioni per l’ingresso a scuola.

Ma servirà una nuova legge per vietare l’accesso a scuola ai bambini non vaccinati, una norma che ancora non c’è. In particolare si specifica che nel “nuovo piano potrà essere generata una normazione aggiornata, garantendo, la protezione degli individui e delle comunità, con misure correlate, come, ad esempio, l’obbligo di certificazione dell’avvenuta effettuazione delle vaccinazioni previste dal calendario per l’ingresso scolastico”.

Sarà quindi il Parlamento a deliberare: ad oggi, nonostante gli organi di informazione già parlino di obbligo vaccinale per la frequenza scolastica, non esiste una normativa del genere. Il diritto all’istruzione non può essere secondario all’assolvimento della pratica vaccinale, in assenza di epidemie in atto.

Tale Legge, se approvata, andrebbe a ledere il diritto alla libertà di scelta e di cura, sarebbe un Trattamento Sanitario Obbligatori per i bambini sani, in assenza di dichiarazioni formali dell’assoluta certezza che i vaccini non possano provocare effetti collaterali e reazioni avverse, che siano sempre efficaci per tutta la durata della vita, e senza le prove, ottenute tramite studi indipendenti, che praticare 15 vaccinazioni nei primi 15 mesi di vita di un bambino non sia correlabile a un aumento di altre patologie.

Cbwhiediamo pertanto, non solo ai genitori dei danneggiati, alle famiglie che hanno praticato l’obiezione alle vaccinazioni, ma a tutti coloro che sono contrari alle limitazioni delle libertà democratiche di mobilitarsi per restituire serenità a un dibattito avvelenato da toni inutilmente violenti, da argomentazioni volutamente confuse priva di trasparenza e obiettività, e di rifiutare Leggi limitanti inutilmente le libertà personali.


Associazione di studi e Informazione sulla Salute AsSIS