Tre morti e una persona in coma: sono state le segnalazioni finora giunte dopo somministrazione di vaccino antinfluenzale Fluad. Due lotti sono stati ritirati.

syringeL’Agenzia Italiana del Farmaco ha reso noto che: «A seguito delle segnalazioni di quattro eventi avversi gravi o fatali, verificatisi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi provenienti dai due lotti 142701 e 143301 del vaccino antinfluenzale FLUAD della Novartis Vaccines and Diagnostics s.r.l., in attesa di disporre degli elementi necessari, tra i quali l’esito degli accertamenti sui campioni già prelevati, per valutare un eventuale nesso di causalità con la somministrazione delle dosi dei due lotti del vaccino, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha disposto, a titolo esclusivamente cautelativo, il divieto di utilizzo di tali lotti. L’AIFA invita i pazienti che abbiano in casa confezioni del vaccino FLUAD a verificare sulla confezione il numero di lotto e, se corrispondente a uno di quelli per i quali è stato disposto il divieto di utilizzo, a contattare il proprio medico per la valutazione di un’alternativa vaccinale».

Il presidente di Assis, dottor Eugenio Serravalle, commenta così quanto accaduto.

«Quanto accaduto mi ha fatto riflettere e vorrei condividere queste mie riflessioni con chi segue Assis.

  1. Perché il sequestro solo di 2 lotti? Certamente perché le reazioni avverse gravi si sono verificate dopo la somministrazioni di quella mandata di vaccini; ma in via cautelativa non andava bloccata tutta la produzione? É forse possibile che sapessero già che in quei 2 lotti c’era qualcosa che non andava?
  2. Hanno ricevuto istruzioni i medici di famiglia su come comportarsi se qualcuno va a dir loro che ha fatto il vaccino incriminato? Che significa “valutazione di un’alternativa vaccinale”? Che dovrebbe proporre un altro tipo di vaccino? Allora ci sono dubbi anche sull’efficacia, non solo sulla sicurezza.
  3. Non sarebbe il caso di richiedere un programma straordinario di vaccinovigilanza attiva data la gravità della situazione?
  4. AIFA non dovrebbe stilare linee guida per monitorare lo stato di salute di quanti sono stati vaccinati?
    Purtroppo al momento nulla di tutto questo è stato fatto. ».

Fateci sapere anche voi le vostre riflessioni, condividete con noi i vostri dubbi e le vostre perplessità.

Redazione AsSIS