In Primo Piano,Notizie,Rispondiamo a..

Virus del morbillo contro il mieloma: non creiamo equivoci ad arte

22 Mag , 2014  

Sulla pagina Facebook di VaccinarSi si fa circolare una anti-anti-informazione secondo cui il presidente di Assis, Eugenio Serravalle, avrebbe errato nella interpretazione di uno studio, peraltro riportato analogamente anche dal Corriere (mentre due agenzie di stampa si sono sbagliate nella traduzione). VaccinarSi genera confusione ed equivoco mettendo sullo stesso piano (dando ad intendere che siano la stessa cosa) il virus del morbillo (cioè il virus responsabile della malattia, nel caso dello studio un ceppo modificato in laboratorio) con il vaccino contro il morbillo. Il ceppo Edmonston del virus, di cui si parla, è stato creato così. A metà degli anni ’50 è stato isolato il virus selvaggio del morbillo da un paziente che aveva il morbillo, David Edmonston, da cui ha preso il nome il ceppo. Quel ceppo del virus è stato poi attenuato in brodi di coltura e da quel virus è nato il ceppo Edmonston. Questo ceppo del virus è stato poi usato anche per fabbricare il vaccino anti-morbillo, che oggi viene somministrato, con adiuvanti e conservanti, in una formulazione trivalente insieme ad anti-rosolia e anti-parotite. VaccinarSi pensa (o vuol far pensare) che iniettare il virus del morbillo e iniettarsi la fialetta del vaccino sia la stessa cosa. E’ evidente la differenza che c’è tra una vaccinazione e una terapia virale, nessun vaccino può sconfiggere il mieloma mentre il virus del morbillo ha dimostrato questa capacità. Il fatto che quel virus sia tra gli ingredienti di un vaccino non fa del vaccino una terapia per il mieloma. La notizia delle Agenzie di stampa citate è quindi sbagliata e chi invierà la segnalazione non farà figuracce.

Riportiamo per completezza di informazione quanto apparso sulla pagina Fb citata.

“Fra gli antivaccinisti circola un’informazione che si presenta come anti-bufala ma che in realtà è una vera e propria bufala.
Cito da un post del dott. Serravalle:
“Entrambe le Agenzie riportano che la remissione dal tumore è stata ottenuta grazie all’inoculazione del vaccino contro il morbillo e non del virus responsabile della malattia, come realmente avvenuto. Se ciò è frutto di incomprensio…ne dell’inglese o del lessico medico, è segnale preoccupante e non riusciamo a comprendere come ciò sia possibile. Se non si tratta di una svista, c’è da pensare che gli autori del testo abbiano risentito del clima che si respira in queste settimane affrontando l’argomento vaccinazioni.”
Il dott. Serravalle sbaglia. Come si legge nello studio originale, è stato usato il virus del morbillo MV-NIS che deriva dal virus attenuato Edmonston (Il ceppo vaccinale Edmonston è quello che si trova anche nei vaccini). Questo virus attenuato è stato geneticamente modificato per esprimere il “human thyroidal sodium iodide symporter (NIS).
Nello studio di cui metto il link fra i commenti, viene spiegato che cosa è il MV-NIS. E’ stato scoperto che il virus vaccinale Edmonston ha una potente attività antitumorale. Si legge che contrariamente al virus selvaggio, quello vaccinale entra nelle cellule che esprimono sulla superficie la “porta” CD46 ed è proprio questa proteina CD46 che viene fortemente espressa dalle cellule del mieloma umano. Per renderlo più adatto (mirato) allo scopo l’hanno geneticamente modificato. Il virus selvaggio del morbillo non sarebbe adatto per questo scopo perché non usa la porta CD46 per entrare nelle cellule.
“MV-NIS is a recombinant oncolytic measles virus (MV) derived from an attenuated Edmonston lineage vaccine strain (MV-Edm) that was adapted to grow on human cancer (HeLa) cells, then engineered to express the human thyroidal sodium iodide symporter (NIS) so that its in vivo spread can be noninvasively monitored by radioiodine single-photon emission computed tomography (SPECT)–computed tomography (CT) imaging. Measles is an enveloped lymphotropic paramyxovirus with a negative-sense RNA genome whose surface glycoproteins not only mediate the entry of the virus into susceptible target cells but also drive the fusion of infected cells with adjacent uninfected cells.6 Unlike naturally occurring measles, MV-Edm, and hence MV-NIS, targets CD46 as a cell-entry and cell-fusion receptor.5, 6, 7 CD46 is a ubiquitous complement regulatory protein that, fortuitously, is highly expressed on human myeloma cells, making them abnormally susceptible to MV-NIS infection, syncytium formation, and cell killing.”
Quindi consiglio – per evitare figuracce – di non scrivere (come viene suggerito da Serravalle) ai direttori dell’Ansa e del Agi per fargli presente che hanno dato una falsa notizia e che non conoscono né l’inglese né il lessico medico. Perché la notizia è corretta. Sbagliata è solo la correzione della notizia”.

vacc1vacc2

 


Torna su