In questo articolo della dottoressa Patrizia Gentilini, oncologa, viene affrontato un argomento complesso e delicato: si discute della possibile correlazione tra i vaccini a base di mRNA anti COVID-19 e l’insorgenza di tumori aggressivi o la ricomparsa di tumori precedentemente trattati con successo.
Segnalazioni di un aumento di casi tumorali dal 2021 sono state riportate in diverse parti del mondo, inclusa l’Italia, e le cause sono state attribuite a diversi fattori.
Attualmente, esistono validi motivi per considerare la possibilità di un collegamento causale tra questi vaccini, ampiamente utilizzati durante la recente pandemia, e l’insorgenza di tumori.
Viene presentata la letteratura esistente con alcuni casi clinici e i possibili meccanismi patogenetici ipotizzati, con particolare attenzione alle significative alterazioni del sistema immunitario provocate da questi “vaccini”, ormai ben documentate.

QUI l’articolo completo.< della dott.ssa Gentilini